Per un soffio… la tempesta Vaia ha risparmiato il Parco d’arte RespirArt di Pampeago, in Val di Fiemme. Ma a poca distanza dal parco, un anno dopo Vaia, sono ancora visibili le tracce lasciate dalla furia di un evento climatico senza precedenti.

Alcuni degli abeti rossi caduti a Pampeago, nelle foreste della Magnifica Comunità di Fiemme, sono stati issati nel cuore di RespirArt per invitare a riflettere sui comportamenti umani che possono mutare i paesaggi.

La Manifestazione d’arte ambientale internazionale RespirArt 2019, curata da Beatrice Calamari e Marco Nones, ha invitato gli artisti ad aprire un dialogo con la natura dolomitica e a riflettere sui cambiamenti climatici. Lo scorso luglio, il gruppo di artisti trentini Terrae, formato da Giuseppe Dondi, Alberto Larcher, Roberto Rossi e Fabio Seppi, ha ricreato gli effetti della tempesta, assemblando i legni spezzati. L’installazione “29 ottobre 2018” invita ad osservare, oltre alla forza distruttiva della natura, la sua potente spinta verso la rinascita. L’opera infatti è sorta in una radura circondata da piccole piante in piena crescita.

Su alcuni legni compaiano scritte tratte da una poesia del gruppo Terrae.

Circondano infatti le rovine centinaia di giovani piante che esprimono un potente gesto di rinascita.

Guardateli questi alberi capovolti,

rami, tronchi e radici sono un immenso groviglio.

Guardatele queste piante antiche inginocchiate,

con le radici in cielo.

Il grande popolo degli alberi spazzato via dalla furia del vento.

Rimane solitario, in mezzo a tanta bufera, l’abete rosso.

Ha perso tutti i suoi rami, ma sulla cima

alcune gemme ingrossate aspettano la primavera.

Dal dicembre 2019 l’opera “29 ottobre 2018” sarà visibile anche dalla pista di sci Agnello di Pampeago. Già perché RespirArt oltre a essere il parco più alto del mondo (quote 2000-2200) è visitabile anche con gli sci.

Scopri tutte le opere dedicate alla natura inaugurate durante il RespirArt Day 2019

Pubblicato da respirart

art open air

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...