Gordon Dick e Sandro Scalet creano nuove opere nel Parco d’Arte RespirArt

Sesta MANIFESTAZIONE INTERNAZIONALE D’ARTE CONTEMPORANEA NELLA NATURA RESPIRART

VAL DI FIEMME TRENTINO – C’è già piena sintonia fra l’indiano del Canada Gordon Dick e il fiemmese Sandro Scalet. A Pampeago, nel piazzale delle seggiovie, i due artisti stanno creando nuove opere per il Parco d’Arte RespirArt. Fino a venerdì 1 agosto 2014 sarà possibile osservarli mentre rivelano, con la loro arte, il radicamento spirituale alla propria terra. Poi le loro opere saranno installate nel Parco d’arte che si snoda lungo un percorso ad anello di circa 3 chilometri da quota 2000 a quota 2200. Nella mattina di sabato 2 agosto si celebrerà il RespirArt Day per inaugurare le due installazione che andranno ad aggiungersi alle dieci già esistenti.

La sesta manifestazione d’arte contemporanea nella natura RespirArt, curata da Beatrice Calamari Marco Nones, ha ottenuto una risonanza internazionale la scorsa estate con l’installazione artistica di Hidetoshi Nagasawa, uno dei più grandi artisti al mondo.

IMG_0596

L’edizione 2014  vede come protagonista l’indiano del Canada Gordon Dick, fondatore della Ahtsik Native Art Gallery. Con la sua arte, Dick porta nel mondo la cultura del popolo indigeno Nuu-chah-nulth (significa “Lungo le montagne”) e, in particolare, della tribù Tsheshaht che abita la costa occidentale dell’isola di Vancouver. Le sue sculture raccontano la storia di un popolo, distribuito in 15 nazioni, ancora capace di provvedere alla sua sopravvivenza utilizzando solo le risorse naturali. Gordon Dick, che recentemente ha ricevuto prestigiosi riconoscimenti internazionali a New York e a Seattle, oltre a creare da solo i suoi attrezzi da scultura, si dedica anche alla realizzazione di gioielli legati alla cultura indiana. L’opera in legno di cedro, progettata per RespirArt, rappresenta l’invisibile ma tenace connessione fra gli uomini.

Gordon Dick RespirArt  motosega xxl Gordon Dick artista RespirArt  Pampeago 2014

L’altro protagonista è lo scultore Sandro Scalet, di Tesero, che a sua volta esprime attraverso un totem il profondo legame con la montagna del popolo trentino. L’artista della Val di Fiemme crea da sempre opere d’arte nella natura per la natura, utilizzando elementi naturali come il legno e il ghiaccio. Alcune sue opere sono affidate agli agenti atmosferici nel Parco naturale di Paneveggio Pale di San Martino, come l’installazione intitolata “Risonanza” e dedicata all’abete rosso utilizzato dai liutai di tutto il mondo per la realizzazione di strumenti musicali.

Sandro Scalet artista RespirArt Pampeago 2014

La luce che filtra in montagna, fra alberi e fili d’erba, ha ispirato l’opera progettata per RespirArt. Legno di larice, terra rossa del Monte Cornon, fuoco, acqua e cristallo sono i materiali che l’artista trentino ha scelto per creare il suo totem.

INAUGURAZIONE DELLE NUOVE OPERE CON NIVES MEROI

PAMPEAGO – sabato 2 agosto, ore 9.30, inaugurazione delle nuove opere d’arte RespirArt 2014, ore 12, incontro con Nives Meroi al Teatro del Latemar, ore 13.00 aperitivo di Eugenio Rosi e degustazione a Baita Caserina

nives meroi RespirArt

Il RespirArt Day di sabato 2 agosto permetterà di ammirare le due nuove opere d’arte. L’appuntamento è alle 9.30, a Pampeago, davanti a Baita Caserina, che si raggiunge con 20 minuti di cammino in salita, partendo dal parcheggio della seggiovia La Tresca. Dopo l’inaugurazione delle opere di RespirArt 2014, la giornalista Fausta Slanzi presenterà il nuovo libro della celebre alpinista Nives Meroi che offrirà una suggestiva visione della montagna. Quindi sarà realizzato un rinfresco a Baita Caserina con i pregiati vini di Eugenio Rosi.

Alessandro Gilmozzi abbraccia Eugenio Rosi e si congratula per il suo vino

Alessandro Gilmozzi abbraccia Eugenio Rosi e si congratula per il suo vino

La partecipazione è libera e gratuita, ma è consigliata la prenotazione al numero 335 1001938 o all’e-mail respirartgallery@gmail.com.

 

A Pampeago, intanto continua la stagione del Teatro all’aperto del Latemar, davanti a Baita Caserina, con i concerti RespirArt. Giovedì 14 agosto, alle 14.30, è atteso il concerto “Il tango incontra Pablo Neruda”, con il Carlos Gardel Trio e la voce recitante di Roberta Kerschbaumer. Giovedì 21 agosto, alle 14.30, Gianluca Campi, il “Paganini” della fisarmonica, dedicherà alla Val di Fiemme il “Concerto per la Valle dell’Armonia”.

INFO RESPIRART: respirartgallery@gmail.com; www.latemar.it; http://www.respirart.com

Il pubblico si accomoda su cubi di larice per assistere a un concerto del Teatro del Latemar creato da Marco Nones

Il pubblico si accomoda su cubi di larice per assistere a un concerto del Teatro del Latemar creato da Marco Nones

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...