ANTEPRIMA RespirArt 2012

In questi giorni gli artisti Thorsten Schütt,  Mauro Lampo Olivotto, Marco Nones e Alessandro Gilmozzi, stanno creando opere “nella natura, per la natura” a quota 2000 per RespirArt Pampeago Green&White Gallery, una galleria d’arte a cielo aperto, in Val di Fiemme,  fra le Dolomiti del Trentino.

Fra queste, sfere di legno nei pascoli, l’opera “In caso di necessità respira”, l’installazione “Natura Viva” e, persino, un dolce dal sapore di bosco. A metà agosto sarà, quindi, realizzato il Teatro all’aperto del Latemar da Marco Nones davanti a Baita Caserina.

Domenica 5 agosto 2012, ci prepariamo a inaugurare nuove opere create e installate a Pampeago, intorno al massiccio dolomitico del Latemar, dichiarato dall’Unesco “Patrimonio Naturale dell’Umanità”.

L’artista tedesco Thorsten Schütt sta creando una valanga di sfere di legno che simboleggiano l’incedere dirompente di un’ispirazione artistica. Ogni sfera conserva una memoria, un pensiero, un incontro. La sua opera è intitolata VALANGA DI BOLLE DI PENSIERI.

L’artista di Cortina D’Ampezzo Mauro Lampo Olivotto dedica al Latemar un’opera d’arte “viva”. Si intitola infatti NATURA VIVA la sua immensa cornice puntata sui pascoli di Pampeago, località turistica della Val di Fiemme, e sulle cime dolomitiche del Latemar. Per ammirare questo ‘quadro’, Lampo ha scolpito tre troni gotici che resteranno nel museo a cielo aperto RespirArt.

Gli ideatori di RespirArt, Beatrice Calamari e Marco Nones, creano l’opera “IN CASO DI NECESSITA’ RESPIRA”, lasciando scivolare dai rami di un abete alcune mascherine per l’ossigeno. L’opera, provocatoria e ironica, invita a concedersi un respiro fra arte e natura,. L’opera suggerisce un inchino al cospetto degli alberi (60 milioni in Val di Fiemme, 500 milioni in Trentino), generosi e discreti erogatori di vita.

Durante l’inaugurazione l’artista e chef stellato Alessandro Gilmozzi di Cavalese creerà tre installazioni artistiche ispirate agli artisti di RespirArt 2012 Marco Nones, Thorsten Schütt e Mauro Lampo Olivotto. Infine, da vero alchimista, cucinerà nel prato il suo dessert BORDELINE, utilizzando licheni, bacche e radici raccolte sul posto. Il dolce è capace di esprimere la pura essenza del bosco, sprigionando in bocca memorie olfattive, visive e tattili.

IN CASO DI NECESSITA'... RESPIRA

 COS’E’ RESPIRART

RespirArt Pampeago Green&White Gallery, nata nell’estate 2011, si sviluppa durante l’intero anno. È verde come i pascoli e i boschi di Pampeago ed è bianca come le sue distese innevate. Le opere create “nella natura, per la natura” sono realizzate con materiali naturali come il legno, le rocce, le foglie, la neve e il ghiaccio.

 LA FILOSOFIA

Il gesto creativo di “lasciare andare” opere d’arte nella natura invita ad affidarsi ai mutamenti e, quindi, alla vita stessa che è continua trasformazione. Gli agenti atmosferici non rovinano le opere, tutt’altro, essi le completano, plasmandole e mutandone i colori. RespirArt invita a RILASSARSI NELLA CONTINUA MUTEVOLEZZA della natura. Le sue opere permettono di riscoprire il senso di meraviglia, cogliendo il NUOVO come un’opportunità irripetibile.

 GREEN GALLERY: Ogni estate, lungo la galleria d’arte a cielo aperto che raggiunge Baita La Bassa si affacciano nuove installazioni artistiche, sculture e opere di land art.

 WHITE GALLERY: Durante l’inverno, lungo le piste da sci di Pampeago “Tresca” e “Agnello” sorgono opere d’arte realizzate con il ghiaccio o la neve.

Vernissage, domenica 5 agosto 2012

UN BOSCO DA “DEGUSTARE”, AMMIRANDO OPERE D’ARTE

Ore 9.30, ritrovo sulla terrazza della Baita Caserina. Ore 10.00: inizio dello show cooking itinerante di Alessandro Gilmozzi, chef stellato Michelin di Cavalese. Questo artista della gastronomia propone un’esperienza sensoriale intrisa di poesia.

I partecipanti camminano al suo fianco e osservano la ricerca delle sue curiose materie prime (licheni, resina di larice, gemme, bacche), lungo il sentiero RespirArt Pampeago.

Gli ingredienti sono elaborati nel bosco dallo chef, con una spettacolare alchimia che dà vita al dessert “Borderline”. Una piccola degustazione è offerta nel prato a tutti i presenti sui sassi levigati dal torrente.

Il dolce Borderline lascia esplodere in bocca sensazioni che siamo abituati a percepire con la vista, l’olfatto e il tatto ogni volta che ci inoltriamo nel bosco.

L’escursione natural-gastronomica con Alessandro Gilmozzi è anche una dolce occasione per osservare le nuove opere della galleria d’arte a cielo aperto RespirArt, incontrando tutti gli artisti ospiti dell’edizione 2012. La partecipazione è libera e gratuita, ma è gradita la prenotazione al numero telefonico 335 1001938.

Al ritorno dalla passeggiata, previsto alle 12.00, è possibile pranzare alla Baita Caserina (prenotazione: cell. 348 8924234).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...