PRIMAVERA 2021 RespirArt si risveglia a Bolzano in Fiore

Il bozzolo di un cambiamento, il nostro.

Un abete colorato che si reinventa, provando a identificarsi con l’essere umano.

Liane che giocano con le linee architettoniche di un palazzo.

Una stampante che fa volare la musica.

Alberi che si ribaltano per affrontare il futuro.

Rami che giocano a nascondino sul balcone.

Disabitanti che sbucano da uno spigolo della città.

Camice vegetali che raccontano la fiaba dei cigni selvatici.

La scritta fiorita RELOAD che invoca un ritorno agli incontri in piazza.

Un supereroe rosa che vuole salvarci.

Un ragno che racconta la nostra spasmodica ricerca in Rete di una notizia vera come la primavera, fra tante, troppe, fake news.

È primavera e per la prima volta RespirArt scende dalle sue Dolomiti e arriva a Bolzano con 12 istallazioni d’arte contemporanea che dialogano con la città, i suoi edifici, le sue forme.

RespirArt è l’organizzazione che ha ideato e gestisce l’omonimo Parco d’Arte a Pampeago, in Val di Fiemme. Segni diversi, minimali nella vista d’insieme che a dieci anni dalla prima edizione hanno portato sulle pendici del Monte Agnello artisti di fama internazionale come Hidetoshi Nagasawa, Olga Ziemska, Hannah Streefkerk, Duilio Forte e capaci artisti locali come a esempio Federico Seppi ed Elio Vanzo con le straordinarie opere di Marco Nones a dettare i tempi della narrazione. Un Parco d’Arte in quota che lo scorso anno si è arricchito con due nuove opere di grande rilevanza, La Reggia Barbarica di Patrizia Giambi e Punto e Virgole della storica coppia Gabriele Meneguzzi e Vincenzo Sponga.

Dieci opere che dal 22 maggio 2021 segnano un percorso che partendo da piazza Walther, la piazza del Mercato dei Fiori, passa per il centro della città e, segni forti del contemporaneo, offrono nuove e impreviste suggestioni nello straordinario contesto storico. Una è in via Alto Adige dove un pezzo di Bolzano si rinnova. L’ultima è più lontana e ha scelto un teatro, il Teatro Cristallo, il principale luogo di cultura dei quartieri di Bolzano.

Sono opere che, utilizzando materiali presi in natura e di recupero, ne sconvolgono le forme, esaltandone però il significato e la forza narrativa, con stupefacenti diversità rispettando le architetture che le ospitano quasi a completare un racconto preesistente.

GLI ARTISTI RESPIRART OSPITI DI BOLZANO IN FIORE

Patrizia Giambi, Alessandra Bruno, Hannes Egger, Hubert Kostner, Gabriele Meneguzzi  Vincenzo Sponga, Jan Langer, Thosch (Thorsten Schütt), Sergio Camin  Marco Nones  Elio Vanzo, Karin van der Molen, Christoph Hinterhuber

Direzione Artistica

Marco Nones

fotografie Eugenio Del Pero

RINGRAZIAMENTI

RespirArt, il parco d’arte diffuso con epicentro a Pampeago, ringrazia l’Azienda di soggiorno e turismo di Bolzano.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: