L’Etna chiama le Dolomiti, RespirArt vola… “Dove fiorisce la Jacaranda”

Dove fiorisce la JACARANDA

Sabato 10 giugno e domenica 11 giugno, gli artisti del Parco d’Arte RespirArt partecipano alla quinta edizione della mostra mercato di piante del giardino mediterraneo nella splendida cornice di Villa Trinità a Mascalucia (Catania). Tra fiori ornamentali, piante insolite da orto e libri, sbocciano opere d’arte nella natura.

IMG_5663

*CONFERENZA STAMPA: AUDITORIUM DEL MUNICIPIO DI MASCALUCIA, 1 GIUGNO 2017, ORE 11.00

C’è una manifestazione che, ogni anno, esalta l’ambiente, il verde e la sapienza dell’uomo nell’organizzare la natura, anche attraverso l’arte. La terra, intesa come generatrice, luogo di accoglienza, tesoro da proteggere ed esaltare, musa ispiratrice degli artisti nei secoli, è la protagonista della quinta edizione di “Dove fiorisce la Jacaranda”, la mostra mercato di piante del giardino mediterraneo, in programma sabato 10 giugno e domenica 11 giugno nella splendida cornice di Villa Trinità a Mascalucia. La data scelta coincide con l’epoca di fioritura degli alberi di jacaranda nel territorio Etneo e con le celebrazioni di San Vito, Santo patrono di Mascalucia e protettore degli animali. Dopo l’acqua, che ha caratterizzato l’edizione 2016, la terra sarà il fulcro intorno al quale si svilupperà la creatività degli artisti presenti e dei vivaisti che esporranno, in particolare, le eccellenze nella produzione di bulbi da fiore, tuberi, espressione di bellezza celata che si sviluppa sottoterra.

La manifestazione inizia sabato 10 giugno, alle 10.00, con il taglio del nastro. Nel pomeriggio la principessa Maria Carla Borghese, proprietaria del primo grande giardino siciliano aperto al pubblico in Sicilia, ammirato anche dai reali d’Inghilterra, presenterà i suoi libri, quindi, saranno svelate ai presenti due opere d’arte realizzate in giardino da Marco Nones e Giampaolo Osele, artisti del parco d’arte RespirArt Pampeago..

La mostra mercato resterà aperta, sabato 10 giugno, dalle 10 alle 20.00, e domenica, dalle 9.00 alle 20.00. L’ingresso è libero.

“L’idea è quella di realizzare un vero e proprio parco-museo, all’interno di uno dei grandi Giardini italiani – spiega Salvatore Bonajuto, ideatore della manifestazione e padrone di casa, assieme alla moglie Marina, della splendida tenuta familiare che ospita la mostra – ispirandoci a RespirArt, il parco d’arte ad alta quota della Val di Fiemme che quest’anno sarà nostro partner”.

RespirArt, si snoda fra le quote 2.000 e 2.200 fra le Dolomiti del Trentino. Nato da un progetto della giornalista e curatrice d’arte Beatrice Calamari e dell’artista Marco Nones (premio d’arte Expo 2015 Fondazione Triulza e Arte in Cascina), accompagna alla scoperta di installazioni artistiche lungo un percorso ad anello di tre chilometri. Le opere, create da artisti di fama internazionale, dialogano con le guglie dolomitiche del Latemar, dichiarate dall’Unesco Patrimonio Naturale dell’Umanità.

Saranno proprio i due artisti del parco d’arte della Val di Fiemme a creare le installazioni per “Dove fiorisce la Jacaranda”. Marco Nones realizzerà “Gusci”, con calce, paglia, terra e cenere dell’Etna. Una volta “in natura”, assumeranno la patina del tempo e raccoglieranno “memorie” (foglie, muschi, funghi, semi). Giampaolo Osele realizzerà “Sphera”, un’opera composta con lamine di rame ossidato che rappresenta le difese messe in atto dal nostro eco-sistema.

A precedere di una settimana l’evento, inoltre, il corso di acquerello di Alessandra Bruno, terza artista presente all’edizione 2017 di “Dove fiorisce la Jacaranda”. Pittrice torinese, diplomata in Belle Arti Pittura al Maidstone College of Art’s (UK) e St. Martins’ School of Art’s London (UK) e docente di teoria e psicologia del colore, disegno e pittura condurrà RespirArt per Dove fiorisce la Jacaranda 2017.

“Il corso è propedeutico allo stimolo alla scoperta della propria sorgente di creatività artistica – spiega l’artista – a partire dall’osservazione degli straordinari suggerimenti visivi offerti dal Giardino della Villa Trinità a Mascalucia”.

L’edizione 2017 vedrà infine la partecipazione del FAI, AIAPP, i paesaggisti  siciliani, Legambiente ed altre associazioni ambientaliste, nonché la principessa Maria Carla Borghese, presenze che attestano  l’importanza della manifestazione che, dopo cinque edizioni, si conferma occasione d’oro per esaltare il territorio etneo e le produzioni botaniche, ma anche per parlare di cultura e di arte.

Anche quest’anno, il Comune di Mascalucia e la sua amministrazione sono graditi partner dell’evento.

VILLA TRINITÀ

Via Trinità 34 – Mascalucia (CT)

Mobile + 39 3486521887
Email info@aziendatrinita.it

http://www.aziendatrinita.it

LE BIOGRAFIE DEGLI ARTISTI

Marco Nones

Gusci di Marco Nones ARTE NELLA NATURA

Marco Nones nasce a Rheinfelden, in Svizzera, nel 1966. Nel 1984 si è diplomato all’Istituto d’Arte di Pozza di Fassa. Vive e lavora in Val di Fiemme, fra le Dolomiti.

L’arte di Marco Nones nasce da una vicinanza biografica e spirituale con i boschi secolari della Val di Fiemme, ma narra qualcosa di più rispetto alla poesia dell’incontro con un ambiente maestoso. Non accontentandosi della narrazione romantica, restituisce sensazione universali. È una vita che sgorga. È ricerca.

L’esclusività e la particolarità delle sue opere gli hanno consentito di poter esporre in numerose mostre, fra le più rappresentative: Assisi nel Museo della Porziuncola, nel 2009. Nel 2010 realizza un’installazione ad Arte Sella. Nel novembre 2011 è stato invitato dalla Trentino Marketing a esporre una mostra personale nelle sede dell’Istituto Culturale Italiano di Praga (70 opere fra disegni, fotografie e installazioni di land art). Nel dicembre 2011, la mostra di dischi di ghiaccio “Nel cerchio di un pensiero”, dedicata alla poetessa Alda Merini e esposta sui pendii innevati del Parco RespirArt, ha ottenuto un importante successo mediatico. Nel 2012 ha creato il “Teatro del Latemar”, un’installazione ispirata ai profili rocciosi del massiccio del Latemar per RespirArt. Nel febbraio 2013 ha aperto un sipario artistico sui Mondiali di Sci Nordico Fiemme 2013 con l’installazione artistica “Ice Skyline” sul monte Latemar per la Fondazione Dolomiti Unesco.

Nel 2015 l’invito del Chateau de Ratilly in Borgogna (Francia) e il Premio Expo 2015, Fondazione Triulza, con l’istallazione artistica “Svuotato” creata per Bosco in Città (Milano).

Dal 30 ottobre 2015 al 31 gennaio 2016 partecipa alla mostra “Nature, arte ed ecologia“, curata da Margherita De Pilati, alla Galleria Civica MART di Trento, con l’installazione d’arte “Radicati liberi” (un cono creato con radici di cirmolo).

Nel febbraio 2016 ha esposto le sue sedute di legno e cristallo “Fidati” alla mostra di design, architettura e arte contemporanea di Castel Pietra (Trento). Dal 4 al 19 maggio 2016 ha esposto alla Galleria Francesco Zanuso di Milano la mostra “La Terra Trema”.

Nell’ottobre 2016 ha esposto l’installazione d’arte “Tutti dormono sulla collina” alla Fabbrica del Vapore di Milano.

Dal 24 dicembre 2016 al 26 febbraio 2017 ha ospitato la sua mostra “Le anime della materia” il Museo Centro d’Arte Contemporanea di Cavalese (Tn). Nel mese di maggio 2017 la mostra “Marco Nones” è stata esposta a Milano alla Galleria Casa Dugnani di Robecco sul Naviglio.

Due aziende di moda italiana attratte dallo stile di Marco Nones: Marina Rinaldi-Max Mara e Golden Point. La prima ha selezionato l’immagine della sua performance artistica Gesto Rosso per la promozione aziendale (2011), la seconda lo ha invitato a creare un’installazione di ghiaccio, in piena estate (2012), per la sua campagna di moda mare.

Altre mostre e residenze lo portano città italiane e europee: Catania, Lugano, Genova, Roma, Milano, Venezia, Trento, Ferrara, Reggio Calabria, Città del Vaticano, Praga, ma anche in Francia, in Austria e in Germania.

Nel 2012 ha fondato, assieme a Beatrice Calamari, l’associazione RespirArt per invitare artisti a liberare opere d’arte nella natura della Val di Fiemme.

Giampaolo Osele

Spher di Giampaolo Osele

 

Giampaolo Osele, noto architetto e urbanista trentino, nel 2001, nei boschi di Lavarone, dà vita al parco “Arte all’Aperto” da cui nasce il percorso artistico nel bosco “Il Respiro degli Alberi”.

La sua carriera artistica decolla nel 2011, quando tre sue opere sono selezionate alla 54a Biennale di Venezia per il Padiglione Italia nella Sala Nervi di Torino. Quindi, espone in prestigiose location a New York, Parigi, Londra, Dubai, Barcellona e in altre città, fra cui Catania. Ha creato due installazioni alla Manifestazione d’arte contemporanea nella Natura RespirArt, utilizzando elementi naturali, nel Parco d’Arte RespirArt, in Val di Fiemme, fra le Dolomiti del Trentino, e nella RespirArt Blu Gallery di San Ferdinando (Reggio Calabria). Inoltre, Giampaolo Osele ha fondato il percorso d’arte “Il Respiro degli Alberi” a Lavarone (Trentino).

Alessandra Bruno

Alessandra Bruno acquerello sezioni botanicheGli-acquarelli-perforati-di-Alessandra-Bruno-1024x606

Alessandra Bruno, pittrice nata a Torino, diplomata in Belle Arti Pittura al Maidstone College of Art’s (UK) e St. Martins’School of Art’s London (UK), è docente di teoria e psicologia del colore, disegno e pittura vive a Milano. Ha collaborato con il Centro Botanico (MI), l’Accademia Piemontese del Giardino (TO), Lizières (Francia), Chateau de Ratilly (Francia), Castello di Potentino (Gr), Società Orticola di Lombardia (MI), Copsamare GuestHouse (Romania), Hermitage Hotel (Isola del Giglio-Gr), Giardino di Villa Trinità a Mascalucia (CT), Associazione MCF Mondo comunità e Famiglia, Galleria Blanchaert (MI), Milano Makers (Mi), Università Alma Mater (Bo), Istituto Europeo di Design-IED (MI).

Esegue ritratti di terrazzi e giardini su commissione e collabora a progetti di integrazione sociale attraverso l’Arte. Ha realizzato progetti di decoro urbano e condotto laboratori artistici in collaborazione con molte strutture scolastiche pubbliche. Partecipa ai progetti RespirArt dal 2015.

Espone regolarmente il suo lavoro al pubblico dal 1984. Nel 2016 i suoi acquarelli sono stati in mostra alla Galleria Zanuso (MI), a Ca’ Albrizzi (Mi) e all’Hotel Art & Jazz (CT).

IMG_5661.JPG

 

 

 

 

Annunci